And More

Stampa

Infrastrutture: oltre 100 milioni per realizzare nuove strade, aperta la prequalifica

UGANDA – Un totale di 109 milioni di dollari sono stati stanziati per finanziare una serie di progetti stradali in Uganda, soprattutto nelle zone di confine con Repubblica Democratica del Congo e Kenya. Lo riferisce la Banca Africana di Sviluppo, precisando che il Consiglio di Amministrazione del Gruppo ha approvato ieri un prestito al governo dell’Uganda per il finanziamento del Road Sector Support Project V. L’obiettivo del progetto è quello di migliorare l’accesso stradale alle strutture socio-economiche e la qualità del trasporto nelle zone sud-occidentali e orientali dell’Uganda, migliorando e asfaltando le strade Rukungiri-Kihihi-Ishasha/Kanungu e Bumbobi-Lwakhakha. Le nuove arterie consentiranno anche di migliorare gli scambi transfrontalieri e l’integrazione regionale, collegando Uganda occidentale con la Repubblica Democratica del Congo (RDC) e l’Uganda orientale con il Kenya al confine di Ishasha e Lwakhakha rispettivamente. Le strade dovrebbero inoltre dare nuove impulso alle attività turistiche del Parco Nazionale Queen Elizabeth (QENP) e dei Parchi Nazionali del Monte Elgon. Nei progetti sono previsti anche la creazione di tre posti di frontiera nelle località di Lamia, Kyanika e Bunagana. Le espressioni di interesse per partecipare alle gare per la realizzazione dei lavori contenuti nel progetto andranno inviare entro le 16:00 del 20 giugno.  

 Download documents 1
 Download documents 2
 Download documents 3
 Donwload documents 4

Stampa

Forum intergovernativo

28/05/2014

AIVEC in concerto con il governo Ivoriano, ha posticipato il Forum intergovernativo riservato ad aziende italiane verso Febbraio 2015. Tutte le imprese interessate a penetrare nei paesi dell'West Africa possono manifestare il loro interesse. 

 Scarica il documento

Stampa

Costa d'Avorio

Costa DAvorio30/06/2013

L'ufficio del ns Associato Aisvec ad Abidjan stà organizzando per fine Ottobre il più grande convengo pubblico privato mai fatto da un'istituzione italiana. Saranno presenti ministri, sindaci, governatori e rappresentanti della Costa d'Avorio e paesi limitrofi (Ghana, Senegal, Guinea, Cameroun, etc....) per dare l'opportunità ad aziende italiane e non di lavorare nel paese tramite tenders, commesse private, etc... Il target è rappresentato da aziende medio grandi ma anche aziende piccole ma solide possono trarne vantaggio. Ad oggi sono circa 34 le aziende italiane che hanno già aderito.

Stampa

Ukraina

ucraina30/06/2013

La prossima settimana sarà firmato un accordo bilaterale con le regioni ovest dell'Ukraina, in accordo con la UE e le banche di sviluppo europee, per cui Allitaly si incaricherà dei finanziamenti pubblici e privati nel paese e per lo sviluppo territoriale e del tessuto economico. Creerà quindi le condizioni, in accordo con i governatori locali, per attrarre aziende italiane in vari settori e per facilitarle nei vari progetti.